Descrizione

f

Il cosiddetto atollo di Addu (il cui distretto amministrativo è Seenu), dalla caratteristica forma a cuore, si trova a sud della linea dell’equatore e all’estremo sud in assoluto di tutto l’arcipelago. Si distingue dagli altri atolli per aver mantenuto un’incredibile riserva di coralli variopinti, nonostante i disastri globali provocati nel 2004 dal Niño. È collegato alla capitale tramite l’aeroporto regionale di Gan (da non confondere con l’omonima isola sita nell’atollo di Laamu) per 4 o 5 voli al giorno e costituisce il principale centro economico e amministrativo del sud dell’arcipelago, quasi in competizione con Malé. L’isola capoluogo è Hithadhoo che ospita circa 10.000 abitanti dei 18.000 complessivi dell’atollo. Dai tempi della seconda guerra mondiale e fino agli anni ’70 è stato la sede di un’importante base militare britannica con relativa pista d’atterraggio, per via della sua collocazione strategica nel controllo dei movimenti degli aerei in volo lungo la linea equatoriale e delle navi in transito nell’Oceano Indiano. Nel 1956 s’installò sull’isola anche l’Air Force britannica e diede lavoro a migliaia di maldiviani; aspetto che causò non pochi dissidi nel momento in cui le forze britanniche furono costrette ad abbandonare l’isola e lasciare molti abitanti disoccupati. Caratteristica peculiare ed unica alle Maldive è il sistema di strade lastricate costruite dagli inglesi a collegamento di buona parte delle isole abitate dell’atollo e  quella lunga strada che ancora oggi collega le isole situate al margine sud-ovest dell’atollo, Feydhoo, Maradhoo e Hithadhoo, e lo stesso aeroporto di Gan.

Capitale

Hithadhoo

Distanza dall’aeroporto principale

Circa 478 km da Malè.

Altri aereoporti vicini

Strutture presenti nell’atollo